la nota

LE NOSTRE INCHIESTE: I PROGETTI DEL COMITATO

Tra le istituzioni pratesi, svolge attività anche il Comitato cittadino attività musicali. <La Nota> vuole scoprire obiettivi, finalità e soprattutto iniziative delle istituzioni in città che si occupano di coordinamento musicale. In pratica, i fatti. Chiediamo innanzitutto al suo presidente, il maestro Roberto Becheri, come e perché è nato il Comitato.
<Questo organismo è stato istituito nel 1991 quale organo di coordinamento e sviluppo delle associazioni musicali pratesi "che svolgono normale attività di esecuzione musicale in proprio senza fini di lucro". L'istituzione è stata voluta dall'Amministrazione Comunale in pieno accordo con le associazioni cittadine e nel corso degli anni ha svolto, nel migliore dei modi, il suo compito. Sino al febbraio 2001 sono state affiliate al Comitato tutte le associazioni pratesi: otto corali e quattro strumentali. Successivamente è uscita dal Comitato la Società Corale "G.Monaco" ed ha fatto richiesta di ingresso una nuova formazione, la Filarmonica "Benelli" di S.Giusto. E' poi nata un'altra nuova corale diretta da Alessandro Coco che farà richiesta di affiliazione. Infine, nel 1998 è stato modificato lo Statuto del Comitato e da quella data possono aderire tutte le associazioni musicali e non solo quelle dotate di un organico amatoriale proprio.
Ci parli in maniera più dettagliata dell'attività…
<Queste comprendono la programmazione di concerti e la promozione di attività di formazione e studio. Nell'ambito concertistico vanno ricordati lo spettacolo Voci della Città (1993), la rassegna dedicata a Orlando di Lasso (1994), la tavola rotonda e concerto per Biagio Pesciolini (1996), il Concerto al Metastasio del 1997 (con tutti e 12 i gruppi), il Festival internazionale "Domenico Zipoli" del 1998, la mostra sugli strumenti antichi delle bande locali in Palazzo Pretorio nel 2000, la Rassegna "Ricordando G.Verdi" del 2001, e ancora i concerti periferici del ciclo "Eufonia", i concerti legati agli scambi culturali delle associazioni e l'appuntamento annuale di S.Cecilia. Sul fronte delle attività di formazione e di studio il Comitato sostiene i corsi di vocalità che si svolgono nelle varie corali, organizza incontri di studio e ha una collana di pubblicazioni intitolata "I Quinterni": il primo numero è stato dedicato a Orlando di Lasso, col secondo si è pubblicata una cantata inedita di D.Zipoli (1998), il terzo è un ponderoso "Catalogo degli Strumenti Storici" delle bande di Prato e comprensorio (1999), il quarto è in corso di stampa e riguarda gli atti su "Biagio Pesciolini polifonista pratese" e il quinto raccoglierà gli Atti del pomeriggio di studio (2000) su D.Zipoli>.
Dove ci si può rivolgere per conoscervi meglio?
<Dal prossimo anno 2002 finalmente il Comitato avrà una sede fissa presso la Scuola Comunale di Musica "G.Verdi" e si spera di riuscire a far acquisire al Comune un Gazebo da concerti per esercitare tale attività nei giardini pubblici in estate (ovviamente sarà utile per tutti)>.
Cominciamo a raccontare il futuro prossimo…
<Prossimo impegno del Comitato, ancora non ufficiale perché in corso di preparazione, è un concerto al Metastasio nel dicembre prossimo dal titolo: Shalom, Pax, As-salam: cantiamo la pace insieme. Si tratta di una rassegna di 6 gruppi corali appartenenti alle 3 grandi religioni (ebraica, cristiana, musulmana)>.
Con quali fondi sostenete i vostri impegni?
<Tutto questo lavoro viene svolto con i contributi economici del Comune che, fino a questo anno 2001, sono complessivamente di lire 25 milioni di lire all'anno. Una somma di denaro che a giudizio del Comitato è molto limitante. Per questa ragione abbiamo protestato vivacemente e speriamo che dal prossimo anno ci siano maggiori fondi>.
Questa intervista al M.° Roberto Becheri vuole essere solo la prima tappa del nostro itinerario alla ricerca di strutture nate, o in via di progetto nella nostra città, per organizzare o coordinare il lavoro delle associazioni o promuovere attività musicali. Lo spazio a disposizione ci impedisce questa volta di proseguire volendo mettere a nudo quelli che sono i meccanismi che si muovono all'interno di queste strutture e che molti non sanno.
Nel prossimo numero l'intervista ad altri personaggi che "animano" la vita musicale della nostra città.


Associazione culturale musicale
Via Cairoli, 31 - 59100 Prato